Smartphone e tablet disturbano il sonno?

La luce emessa dagli schermi non favorisce il sonno

Utilizzare lo smartphone prima di addormentarsi o leggere un e-book è sconsigliato perché la luce emessa dagli schermi potrebbe interferire con il sonno. Ma secondo i ricercatori della Uppsala University, antica università svedese, basterebbero 6 ore e mezzo di esposizione alla luce del sole per eliminare gli effetti.

Dallo studio stato effettuato su 14 partecipanti è emerso che la lettura su tablet o e-book di un libro prima di addormentarsi, dalle 21 alle 23, non interferisce con la produzione della melatonina, l’ormone del sonno. Nel pomeriggio i partecipanti al test sono stati esposti a una luce costante in laboratorio per 6,5 ore, pari a quella che può filtrare in una giornata di sole da una finestra.

“E’ questa un’ipotesi e la luce bluastra emessa da tablet e da altri dispositivi elettronici può interferire con la qualità del sonno – spiega il dottor Vincenzo Tullo, specialista neurologo e responsabile dell’ambulatorio sulle cefalee di Humanitas LAB. Esporsi alla luce naturale di giorno aiuta a sincronizzare il nostro orologio biologico e altrettanto è il buio. In assenza di luce il nostro corpo comincia a produrre la melatonina. Consiglio di evitare di portare a letto smarthphone o tablet e chi vuole in ogni caso farlo è bene non esagerare.

Leggi l’articolo completo su Humanitasalute http://www.humanitasalute.it/prima-pagina-ed-eventi/50128-sonno-6-ore-luce-diurna-tablet-sera-non-disturba/

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply